Gratuito patrocinio

diritto del lavoro

Il Patrocinio a spese dello Stato consente alle persone che si trovano in difficoltà economica e che presentano i requisiti reddituali prescritti dalla legge di usufruire di assistenza legale giudiziale.

La domanda per ottenere il Patrocinio a spese dello Stato viene seguita interamente dall'Avvocato Marco Pregno, dalla presentazione della domanda fino all'emissione della delibera di accoglimento.

Le persone meno abbienti possono, quindi, chiedere di essere assistite in una causa giudiziale da un avvocato a spese dello Stato (gratuito patrocinio), sia per iniziare una causa nella quale far valere un proprio diritto, che per difendersi in un processo iniziato dalla controparte.

L'ammissione al gratuito patrocinio può essere chiesta in ogni stato e grado del processo, e quindi sia nel giudizio di primo grado presso il Giudice di Pace o presso il Tribunale che alla Corte d'Appello.

Attualmente per essere ammessi al Patrocinio a spese dello Stato occorre avere un reddito annuo imponibile risultante dall'ultima dichiarazione dei redditi non superiore ad euro 11.528,41.

Se la persona interessata al gratuito patrocinio vive con il coniuge, con altri familiari, o con altre persone conviventi, il reddito da tenere in considerazione per usufruire dell'assistenza legale a spese dello Stato è costituito dalla somma dei redditi conseguiti nel medesimo periodo d'imposta da ogni componente della famiglia convivente.

Esiste tuttavia un'eccezione, ovvero si tiene conto del solo reddito personale quando oggetto della causa sono i diritti della personalità, ovvero i processi in cui gli interessi del richiedente sono in conflitto con quelli degli altri componenti il nucleo familiare con cui convive, come ad esempio le cause di separazione, divorzio e affidamento figli.

Possono richiedere l'ammissione al Patrocinio a spese dello Stato sia i cittadini italiani sia gli stranieri che regolarmente soggiornano sul territorio nazionale e gli enti o le associazioni che non hanno fini di lucro e non esercitano attività economica.

Share by: